ENG

Ricordate il pane appena sfornato?

L’odore del ragù con all’interno quelle tonde e saporite polpette? Le domeniche ci alzavamo e silenziosamente percorrendo il corridoio di casa, guardavamo nostra madre lavorare l’impasto per gli gnocchi, per la pasta fatta a mano, per il pane, per la pizza.

Siamo cresciuti con un concetto di cibo come momento di condivisione familiare, un momento di amore, un momento lieve. Quante volte ci siamo addormentati con il desiderio, un domani, di trasformare i nostri sogni in realtà.

Da allora sono trascorsi tanti anni e quella fantasia di bambini che inizialmente appariva irrealizzabile è diventata giorno dopo giorno sempre più concreta. Lieve è il frutto dei nostri sogni, delle nostre ambizioni, dei nostri desideri, sogni condivisi tra noi, due fratelli divisi dall’età, ma uniti al senso pratico delle cose.

Alfredo e Vincenzo FUMO